Culture Urbane Emilia-Romagna

URBANER

Uno strumento per lo studio dell’arte e della creatività urbana in una prospettiva estetica, sociale e antropologica.

Interviste

Archivio testuale e fotografico degli incontri con i protagonisti dello sviluppo dell’arte urbana in Emilia-Romagna.

No more posts

TUTTE LE INTERVISTE

URBANER, Culture Urbane Emilia-Romagna, è un progetto che nasce dalla volontà del Comune di Modena di riconoscere e valorizzare le culture che si formano in ambito urbano e che, in una prospettiva estetica, sociale e antropologica, generano talenti e tendenze in diversi campi: dalla fotografia alla pittura o al graphic design, fino ad arrivare alla musica, ai tatuaggi o a sport come lo skateboard e la BMX.

Assieme alla sezione News, dedicata a iniziative, manifestazioni ed eventi legati alle culture urbane sull’area geografica di interesse, sul sito è possibile consultare la documentazione relativa alla ricerca L’arte urbana e suoi processi culturali in Emilia Romagna”, condotta da Pierpaolo Ascari e Pietro Rivasi, frutto della partnership tra l’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali dell’Emilia-Romagna e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Modena.

La documentazione della ricerca consiste in una ampia e dettagliata raccolta di interviste, immagini e video, alla quale si aggiunge la mappatura regionale degli interventi murali realizzati in occasione di festival (e non solo) e dei luoghi di importanza storico-culturale per queste discipline.

News

Un focus indirizzato sulla promozione di iniziative volte a incentivare la partecipazione e lo studio dell’arte e della creatività urbana.
TUTTE LE NEWS

Andrea Chiesi si è formato frequentando la scena della controcultura punk e della musica indipendente della prima metà degli anni Ottanta. È proprio in questo ambiente culturale che esordisce, lavorando come disegnatore per diverse fanzine, pubblicazioni underground ed esponendo in centri sociali. Abbiamo chiesto a Enrica Berselli di incontrarlo per farci raccontare qualcosa in più che colleghi le sue origini al suo percorso artistico arrivando, infine, alla personale Natura vincit.

Nei vari festival o eventi in cui la ‘sostenibilità ambientale’ passa attraverso l’arte urbana si riscontrano alcune incongruenze. Le parole corrispondono ai fatti? Gli artisti sono stati informati in modo preciso e corretto sulla procedura da seguire nell’uso dei prodotti? L’organizzazione, fornendo oltre le pitture le bombolette, si è chiesta se questa incoerenza potesse in qualche modo nuocere alla credibilità degli artisti ed al funzionamento delle vernici?

Troppo spesso oramai la street art sta diventando pura arte decorativa. L’opera del Collettivo FX presentata ufficialmente ieri al parco XXII aprile di Modena, “Estensi a canestro”, non appartiene a questa categoria.

Mappa

Mappatura di interventi e luoghi di importanza socio-culturale per lo sviluppo dell’arte urbana in Emilia-Romagna, realizzata in collaborazione con gli organizzatori dei maggiori festival e i protagonisti della scena.

VAI ALLA MAPPA

defumo delta futura mode modena urbaner centro studi culture urbane
skatepark bmx le gobbe modena urbaner centro studi culture urbane

bbs bologna urbaner centro studi culture urbane

Officine Meccaniche Reggiane Collettivo FX Nemos Carlo Vannini urbaner centro studi culture urbane

zed1 ravenna urbaner centro studi culture urbane
skatepark calderara urbaner centro studi culture urbane
xm24 bologna urbaner centro studi culture urbane