Caricamento...

Chi siamo

URBANER

URBANER, Culture Urbane Emilia-Romagna, è un portale web che nasce dalla volontà del Comune di Modena di riconoscere e valorizzare le culture che si formano in ambito urbano e che, in una prospettiva estetica, sociale e antropologica, generano talenti e tendenze in diversi campi: dalla fotografia alla pittura o al graphic design, fino ad arrivare alla musica, ai tatuaggi o a sport come lo skateboard e la BMX.

Il sito urbaner.it, in costante aggiornamento, si compone nella sua fase iniziale di due aree principali:


Il pittogramma del logo di URBANER trae origine dall’opera utilizzata come artwork principale: Untitled 01, di Angelo Muschio. (140x100x4. Acrilico su tela + spray MTN waterbased.).

Il logo e l’opera realizzata da Angelo Muschio riproducono una livrea XMPR, accartocciata.

L’adozione di questa livrea da parte di Ferrovie dello Stato, avvenuta a metà degli anni ’90, introdusse diverse novità, una particolarmente interessante; la colorazione delle carrozze venne fatta per la prima volta tramite l’applicazione di una speciale pellicola che, assieme ai vari vantaggi in termini di sicurezza sul lavoro, velocità di applicazione, possibilità di modifiche, offriva anche la possibilità di poter rimuovere in maniera facile, veloce e senza bisogno di prodotti particolari gli strati di vernice applicati su di essa. Il primo passo importante che Ferrovie dello Stato compie in contrasto al “fenomeno dei graffiti”.

Attraverso l’opera e il logo si vuole mostrare questo simbolo della lotta ai graffiti distrutto.

Urbaner - Centro Studi Culture Urbane Emilia-Romagna Crash

defumo delta futura mode modena urbaner centro studi culture urbane
skatepark bmx le gobbe modena urbaner centro studi culture urbane

bbs bologna urbaner centro studi culture urbane

Officine Meccaniche Reggiane Collettivo FX Nemos Carlo Vannini urbaner centro studi culture urbane

zed1 ravenna urbaner centro studi culture urbane
skatepark calderara urbaner centro studi culture urbane
xm24 bologna urbaner centro studi culture urbane

La ricerca

In un periodo storico nel quale l’arte pubblica sta godendo di grande popolarità, questo strumento indaga e approfondisce i temi legati all’arte urbana: writing, street art e muralismo contemporaneo sono divenuti concetti centrali nel momento in cui l’accesso ai luoghi della cultura ha subito forti limitazioni, sollevando la necessità di ripensare al ruolo e alle modalità di fruizione dell’arte.

Questo percorso, condotto da Pierpaolo Ascari e Pietro Rivasi, ricostruisce lo storico di writing, street art e nuovo muralismo, approdati nel nostro territorio a partire dagli anni Ottanta e, attraverso le interviste ai protagonisti della scena, indaga la loro evoluzione ponendo particolare attenzione ai contesti socioculturali che ne hanno importato i codici ed elaborato lo sviluppo.

Per gli utenti interessati a visitare e fruire dal vivo dei luoghi della cultura urbana è disponibile una mappa digitale con i punti di interesse all’interno della Regione.
Ad oggi i luoghi di interesse registrati sono più di 300, suddivisi ad oggi in quattro macro categorie che presto si arricchiranno di altri progetti già avviati: “Festival ed eventi di arte urbana”, “Gallerie, negozi e luoghi di produzione culturale”, “Hall of fame, muri liberi e luoghi autogestiti di produzione culturale” e “Opere spontanee”.