bryan-garces-mAgXpKkP82I-unsplash.jpg
31 Maggio 2021

Raffaella Ganci

Nei vari festival o eventi in cui la ‘sostenibilità ambientale’ passa attraverso l’arte urbana si riscontrano alcune incongruenze. Le parole corrispondono ai fatti? Gli artisti sono stati informati in modo preciso e corretto sulla procedura da seguire nell’uso dei prodotti? L’organizzazione, fornendo oltre le pitture le bombolette, si è chiesta se questa incoerenza potesse in qualche modo nuocere alla credibilità degli artisti ed al funzionamento delle vernici?